Cardiologia

Cardiologia

Malattie cardiache, come la cardiomiopatia dilatativa nel cane (Dobermann, Boxer, Cocker, Terranova, San Bernardo), la cardiomiopatia ipertrofica del gatto (Maine Coon, Persiano, Gatto delle foreste norvegesi), o, ancora, la degenerazione mixoide delle valvole atrio-ventricolari (Cavalier King Charles Spaniel e cani adulti di piccola taglia), sono, purtroppo, condizioni abbastanza frequenti.

Fortunatamente, si tratta di patologie che possono essere individuate precocemente tramite attento esame clinico ed eventuali tecniche diagnostiche, consentendo di intraprendere tempestivamente una terapia volta a prevenire scompensi acuti e, dunque, a migliorare sensibilmente la qualità della vita dei nostri animali domestici.

Consigliamo la visita di consulenza cardiologica in presenza di tosse, difficoltà respiratoria, episodi di debolezza o perdita di coscienza e facile affaticamento. E’ inoltre raccomandata un’attenta valutazione della funzionalità cardiocircolatoria prima di ogni intervento chirurgico o qualunque altra procedura che richieda l’anestesia generale.

La diagnosi definitiva di cardiopatia richiede l’impiego di una o più indagini strumentali di routine e non invasive, mediante l’ausilio di apparecchiature all’avanguardia, quali radiografie del torace, ecocardiografia color-Doppler ed elettrocardiografia di superficie.